Il collettivo damp nasce come progetto non intenzionale nel 2017 dall’incontro di Alessandro Armento, Luisa de Donato, Viviana Marchiò, Adriano Ponte, che hanno individuato lo spazio -reale e virtuale- come territorio neutro in cui far dialogare le diverse singolarità. L’interesse per la natura temporanea delle cose fa sì che la ricerca del collettivo si intersechi spesso con i mondi della fisica, della biologia e dell’informatica, nel tentativo di concatenare la dimensione concettuale a quella estetica. Il gruppo non si ritiene di matrice ideologica/politica, anzi, esso tenta di sottrarsi a ogni affermazione nella propria produzione. Questo principio di irresolutezza si è negli anni manifestato insieme a uno spiccato interesse per il dialogo con la specificità dei luoghi. E’ infatti particolarmente congeniale alla ricerca del collettivo la formula della residenza d’artista: Sussulti, Palomonte (SA), 2019; Vicinanze - Residenza condivisa, MACRO Asilo Roma, 2019; The State of the City, Rotterdam (NL), 2020; Impronte, Raccolta Lercaro, Bologna, 2020.

Collettivo damp emerged as unintended design in 2017 from the meeting of Alessandro Armento, Luisa de Donato, Viviana Marchiò, Adriano Ponte, who found space - real and virtual - as a neutral territory in which the different singularities interact. The interest in the temporary nature of things means that the research of the collective often intersects with physics, biology and informatics, in an attempt to link the conceptual dimension to the aesthetic one. The group does not consider itself to be of an ideological /political matrix, it actually tries to avoid any form of affirmation in its own production. This irresolute attitude has manifested itself over the years together with a keen interest in dialogue with the specificity of places. Indeed, the most congenial context for collettivo damp’s research seems to be the art residency, indeed they joined: Sussulti, Palomonte (IT), 2019; Vicinanze, MACRO Asilo Rome, 2019; The State of the City, Rotterdam (NL), 2020; Impronte, Raccolta Lercaro, Bologna, 2020.

portrait of the members of collettivo damp